L’ultima pubblicazione del Centro Psicoanalitico

La barriera tra il virtuale e il reale appare oggi sempre più fragile e difficile da definire. Come si colloca l’inconscio nell’epoca dell’uomo online, dell’uomo che aspira a essere sempre connesso? Inoltre, i social network hanno radicalmente modificato il modo di comunicare, di lavorare, di conoscere, di amare, di godere, e la presenza del corpo, fino a ieri considerata imprescindibile nella costruzione di una relazione, sembra oggi un elemento trascurabile.

Si può leggere di più nella sezione Testi.

LA DOMANDA STRANIERA, TRA RICONOSCIMENTO E RISCHIO DI RIGETTO

Progetto rivolto alle persone richiedenti asilo e a quanti lavorano con loro

Una persona che arriva in un paese altro da quello in cui ha vissuto può ritrovarsi a vivere sentimenti di spaesamento e sradicamento. Trovare un luogo in cui la parola può essere accolta, nel rispetto della singolarità, è essenziale per riappropriarsi attivamente del proprio percorso di vita. I colloqui possono essere svolti anche in francese, inglese, portoghese e spagnolo.

Alla Segreteria dell’Accoglimento si può accedere in qualunque momento, anche senza appuntamento, nei seguenti orari:
Lunedì 14-16
Martedì 10-13
Mercoledì 16-18
Giovedì 13-16
Venerdì 10-13

Chi lo desideri potrà inoltre avviare un ciclo di colloqui gratuiti, della durata massima di tre mesi. È prevista anche la possibilità di attivare un lavoro in piccolo gruppo, condotto da un Socio del CePsi. I gruppi con gli operatori saranno dedicati al tema: “So-stare nella differenza”.

Per ulteriori informazioni: tel. 011.817.09.59 – e-mail info@cepsi.it

Dal 2015, il progetto è realizzato in collaborazione con l'Assessorato Regionale 
all'immigrazione e con il Patrocinio della

 

Per l'anno 2015-2016, il progetto è stato realizzato con il contributo di